Posts tagged Casamia2.0.

I moscerini del molise

Coinquilina molisana ospita genitori e nonna molisani, giustamente. La casa è piena di cibi molisani, soprattutto di frutta “sana, genuina e senza conservanti”, molisana anch’essa. E niente, la cucina è piena di moscerini che prendono il volo dalla frutta. Moscerini everywhere. Molisani ovviamente, che ora “poverini, questa metropoli li farà morire”. Io mangio in religiosa censura ma guardo la frutta di sottecchi con estrema diffidenza.

La favorita a ricoprire il ruolo di futura coinquilina di CasaMia 2.0 è Angela, una psicoterapeuta.

Inutile spiegarvi il perché.

Va bene. Digitalism a palla, così non sento le urla della (povera) pazza del piano di sopra. Mi vesto ballando, ballo vestendomi. La coinquilina molisana, appena rientranta, mi guarda turbata. Dovete abituarvi.

Io volevo solo mangiare la pizza di patate e bere il mio vino, perché tu ora mi devi parlare della crisi? Ora? Perché?

Molise, io ti voglio bene

Però glielo devi dire alla mia coinquilina che non può ballare la pizzica in cucina davanti a due pugliesi.

Distruggendo piatti e bicchieri, tra l’altro.

Il fatto è questo: philadelphia alla milka o milka al philadelphia e cubetti di cocco sparsi a caso. Così, per dire.

Dolcestilnovo

La mia coinquilina molisana (scusate se lo specifico, ma non posso farne a meno) canta Giudizi Universali di Bersani infilandoci bestemmioni inimmaginabili che, vi dirò, metricamente ci stanno pure bene.

  • F: Angi, con la cena che ci aspetta stasera ci starebbe proprio bene una bella bottiglia di vino rosso.
  • A: Flo, con la cena di stasera ci starebbe bene anche una bottiglia d'acqua, visto che è finita da giorni.

Voi ce l’avete la coinquilina molisana che balla la musica dance ondeggiando e toccando il pavimento con le ginocchia?

Oggi si fa chiamare Cavallo Pazzo, solo questo vi dico.

La mia coinquilina molisana mi ha insegnato una parola nuova.

Uapalamaella!

Vedi un bel ragazzo? “Uapalamaella!”

Mangi qualcosa di buono? “Uapalamaella”

Fai cadere ventisette tegami a terra? “Uapalamaella!”

Metti una sera a cena

La mia coinquilina molisana mi racconta del suo paese: mi parla di tronchi infuocati alle estremità, rivalità e uomini che vivono nelle caverne.

Inizio a pensare che mi prenda un po’ per culo.

In un anno mi è capitato di convivere con chiunque: francesi, tedeschi, austriaci, olandesi, argentini. Ma ve lo garantisco, vivere con una molisana non ha prezzo. Io sto conoscendo un mondo nuovo, ché neanche ve lo immaginate.

La mia coinquilina molisana ha appena finito di mangiare un piatto enorme di linguine con la carne macinata, il pollo, le patate, un’insalata di mais e pomodori ed un panino con salsine varie ed eventuali.

La tristezza del mio uovo al tegamino e della mia insalata sembra ormai evidente.